I Care

I Care

 

 

 

 

 

 

 

 

I Care

Del prendersi cura dell’altro o dell’avere a cuore.

Tanti anni fa, Pasolini si lamentò pubblicamente della scomparsa delle lucciole e di come fosse finito il tempo della semplicità e degli umani rapporti, come se lo spegnersi di quei luccichii notturni recasse in sé il senso di una perdita, del trionfo del consumismo e della violenza. Questi componimenti visivi riprendono persone nell’atto di fare qualcosa per o nell’atto di prendersi cura di qualcuno. Rappresentano momenti di condivisione che evocano l’esistenza di un legame in cui il compimento del gesto costituisce la cifra di un accadimento.

Il prendersi cura, il toccare l’altro o l’essere toccati come esperienza che salva dalla distrazione generale, dall’intorpidimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.